“Bonus Facciate” del 90%, per i lavori esclusi è possibile accedere alla detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

Tra i numerosi chiarimenti forniti sul “Bonus Facciate”, un aspetto ormai chiaro è che la detrazione del 90% spetta esclusivamente per i lavori sulle facciate esterne degli edifici, visibili o parzialmente visibili su strada.

Per gli edifici con una o più pareti non visibili dalla strada (in tutto o in parte), resta esclusa la possibilità di accedere al “Bonus Facciate”. In alternativa, è possibile optare per il “Bonus Ristrutturazioni”, pari al 50% della spesa sostenuta.

BONUS FACCIATE 90%, PER I LAVORI ESCLUSI CHANCE DETRAZIONE RISTRUTTURAZIONI

Uno dei requisiti per poter accedere al “Bonus Facciate” è che i lavori siano effettuati sulla parte dell’edificio visibile dall’esterno. Questo è uno dei punti che evidenzia l’Agenzia delle Entrate nella risposta all’interpello n. 415 del 28 settembre 2020.

La maxi-detrazione spetta per i lavori effettuati sulle strutture opache della facciata, balconi, ornamenti e fregi, a patto che effettuati sul perimetro esterno dell’edificio, visibile su strada.

Cosa accade nel caso in cui una o più pareti dell’edificio non siano visibili su strada?

In tal caso il “Bonus Facciate” del 90% spetta solo sulla parte del perimetro esterno dell’edificio visibile dalla strada pubblica, anche se parzialmente.