Si iniziano a porre le basi per la prossima Legge di Bilancio e con le prime linee guida sull’uso delle risorse del Recovery Fund è stato annunciato un nuovo sistema di tassazione.

Pare che l’Italia si adeguerà alle direttive europee di spostare la tassazione dalle persone alle cose.

Questo significa che non cambierà solo l’IRPEF, ma anche l’IVA: alla riforma fiscale è dedicato un’intera sezione delle linee guida.

COME CAMBIA L’IRPEF

La riforma fiscale 2021 inizia a prendere forma, e la verità è che i tempi sono brevi e le cose da fare sono tante.

Sono due i pilastri della riforma IRPEF attualmente diffusi: il taglio delle tasse sul lavoro (il cosiddetto cuneo fiscale), che va ad agevolare soprattutto il ceto medio, e l’assegno unico per le famiglie, che rivoluziona tutto il sistema a sostegno dei nuclei familiari.

NESSUN AUMENTO IVA

Ma il nuovo sistema di tassazione annunciato nelle suddette linee guida si sposta dalle persone alle cose, quindi a cambiare non saranno solo le aliquote IRPEF, ma anche dell’IVA e dell’IRES.

La revisione dell’IVA però è ancora tutta da tracciare. Il punto di partenza sono le tre aliquote attuali:

  • quella minima del 4% per i beni primari come gli alimenti;

  • quella agevolata del 10%;

  • quella ordinaria del 22%.

Questo significa che non ci sarà un aumento dell’IVA nel 2021.